Consiglio Provinciale di Vercelli

Sessione Straordinaria

Seduta dell’11 Gennaio 2001

OGGETTO: Affidamento all’ACI delle attività di gestione dell’I.P.T. Approvazione schema di convenzione. Prot. n. 45907

     

L'anno duemilauno addì undici del mese di gennaio, in Vercelli, nella Sala delle Tarsie del Palazzo Provinciale, a seguito dell'avviso di convocazione in data 3 Gennaio 2001, n. 47542, diramato ai sensi della vigente normativa, alle ore 15,10, si è riunito il Consiglio Provinciale che è così composto:

BALTARO Giulio, Presidente della Provincia

BERTOLA Patrizio

BOSSO Carlo

BUONANNO Gianluca

CANOVA Gilberto

CHIAPPALONI Giovanni

CORGNATI Giovanni

DAGO Angelo

DE DOMINICI Gian Paolo

DEMARCHI Claudia

FECCHIO Claudio

FERRARO Domenico

FINOCCHI Fabrizio

SCHEDA Roberto, Presidente del Consiglio

FOSSALE Ercole

GUGLIELMINO Valentino

JULINI Norberto

LAZZAROTTO Renzo

MAFFEI Ermanno

NASCIMBENE Roberto

RANGHINO Sandra

ROMANO Francesco

SAVIOLO Paolo

TRICERRI Giovanni

ZAMBONI Giancarlo

Il Presidente del Consiglio Avv. Roberto SCHEDA chiama in trattazione l’oggetto suindicato.

Dei sopracitati Consiglieri sono, al momento, assenti i Signori:

  1. BERTOLA Patrizio
  2. CANOVA Gilberto
  3. GUGLIELMINO Valentino
  • JULINI Norberto
  • NASCIMBENE Roberto
  • Assiste il Segretario Generale Dott. Fabio Guarnieri

    IL PRESIDENTE chiama in trattazione l'argomento in oggetto e riferisce che la proposta, così come di seguito riportata, già è stata recapitata in copia a ciascun Consigliere.

    IL CONSIGLIO PROVINCIALE

    Premesso che il comma 4 dell’art. 56 del D.Lgs. 15.12.1997 n. 446, modificato dal D.Lgs. n. 506 del 30.12.1999, prevede che le attività di liquidazione, riscossione e contabilizzazione dell’Imposta Provinciale di Trascrizione (I.P.T.) ed i relativi controlli, nonché l’applicazione delle sanzioni, se non gestite direttamente ovvero nelle forme di cui all’art. 52 del citato D.Lgs. n. 446/97, siano affidate a condizioni da stabilire fra le parti allo stesso concessionario del Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.);

    Ricordato che per l’anno 1999, quale primo anno di istituzione del tributo, il servizio suddetto era stato affidato per legge al competente ufficio del P.R.A. (art. 31, comma 15, L. 448/98) mentre, per l’anno 2000, ai sensi del succitato D.Lgs. n. 506/1999, era stato deliberato di affidare per un anno, la gestione dell’imposta all’ACI - PRA di Vercelli con lo stesso compenso e con le stesse modalità di servizio già in vigore per il 1999;

    Dato atto che al 31.12.2000 scade l’affidamento della riscossione dell’IPT e di tutte le attività gestionali connesse all’ACI di Vercelli e che l’U.P.I., con nota prot. n. 0855.61.00 del 29.11.2000 ha inviato a tutte le province lo schema di convenzione per l’affidamento all’ACI delle attività di gestione dell’IPT per gli anni 2001 – 2003, elaborato dal gruppo di lavoro tecnico ACI – UPI;

    Considerato che le motivazioni per cui l’UPI propone di attivare una convenzione triennale sono dettate dalle seguenti considerazioni:

      1. "nonostante il Decreto del Ministero delle Finanze 11.09.2000 n. 289 concernente il regolamento relativo all’istituzione dell’albo dei soggetti abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento dei tributi ai sensi dell’art. 53 D.Lgs. n. 446/97, al momento non risulta possibile esperire alcuna gara per individuare il concessionario per affidare la riscossione dell’I.P.T., in quanto il citato albo sarà attivo solo alla fine del 2001;
      2. impossibilità per la Province di accedere all’archivio nazionale dei dati fiscali relativi ai veicoli iscritti nel Pubblico Registro Automobilistico, di cui al succitato art. 56, comma 4, D.Lgs. n. 446/97 e successive modificazioni, ancora in possesso dell’ACI, per cui le Province, al momento, non possono organizzare la riscossione diretta del tributo;
      3. è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il Regolamento per lo sportello telematico per la semplificazione nei procedimenti relativi ad immatricolazioni, passaggi di proprietà e reimmatricolazioni dei veicoli, ma non risulta ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed, in ogni caso, nel predetto regolamento non viene presa in considerazione la problematica della riscossione diretta da parte delle Province";

    Considerata la necessità di continuare ad assicurare l’economicità e l’efficienza nella gestione dell’I.P.T. si ritiene opportuno affidare all’ACI, che gestisce il P.R.A., per gli anni 2001, 2002 e 2003, il servizio di gestione dell’I.P.T., anche per l’uniformità e l’omogeneità del servizio a livello nazionale a condizioni economiche favorevoli e con garanzia di efficienza del servizio, secondo la bozza di convenzione allegata alla presente deliberazione per l’anno 2001, 2002 e 2003 con la possibilità per le Parti di recedere dalla convenzione dal 1° gennaio 2003, previa espressa manifestazione della volontà entro il 30.06.2002;

    Tenuto conto che le altre condizioni economiche previste dalla convenzione proposta derivano dall’intesa ACI-UPI e valendo per tutte le Province d’Italia sono sicuramente migliori di quelle che si potrebbero negoziare contrattando singolarmente;

    Considerato che, ai sensi dell’art. 42, comma 2, lett. e) del D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000 è competenza del Consiglio l’affidamento di attività o servizi mediante convenzione;

    Dato atto che è stato ottemperato al disposto di cui all’art. 49, c. 1 del D.Lgs 267/2000, come evincesi dal documento allegato sub A) alla presente deliberazione;

    DELIBERA

    1. di affidare all’ACI, che gestisce il P.R.A., il servizio di gestione dell’I.P.T., per gli anni 2001 – 2002 e 2003, con la possibilità per le Parti di recedere dalla convenzione dal 1° gennaio 2003, previa espressa manifestazione della volontà entro il 30.06.2002;
    2. di approvare la bozza di convenzione allegata sub B) e facente parte integrante e sostanziale del presente atto.

    Indi il Presidente dichiara aperta la discussione.

    Sull’argomento si registra l’intervento dell’Assessore Masoero, per il quale si rinvia al nastro di registrazione della seduta odierna, n. 1/2001, ai sensi dell’art. 90, comma 4 del vigente Regolamento per l’Organizzazione ed il Funzionamento del Consiglio Provinciale.

    Non avendo più alcuno chiesto la parola, la suestesa proposta, posta ai voti dal Presidente, viene approvata a voti unanimi, resi per alzata di mano.

    IL PRESIDENTE ne proclama l’esito.

    Indi, su proposta del Presidente che evidenzia, stante l’urgenza, la necessità di conferire immediata eseguibilità al presente provvedimento,

    IL CONSIGLIO PROVINCIALE

    a voti unanimi, resi per alzata di mano,

    DELIBERA

    di dichiarare immediatamente eseguibile il suesteso provvedimento, ai sensi del quarto comma dell’art. 134 del D. Lgs 267/2000.

    IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

    (Dott. Fabio GUARNIERI) (Avv. Roberto SCHEDA)

    IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – f.to R. SCHEDA

    IL SEGRETARIO GENERALE – f.to F. GUARNIERI

    Per copia conforme ad uso amministrativo

    IL SEGRETARIO GENERALE

    La presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo provinciale addì ………………………………… e vi resterà affissa per 15 giorni consecutivi, ai sensi dell’art. 124, 1° comma del D.Lgs 18.8.2000, n. 267.

    L'incaricato del servizio IL SEGRETARIO GENERALE

    (Dott. Fabio GUARNIERI)

    ......................................

    La presente deliberazione, pubblicata all'Albo Provinciale il ......................…….............., è divenuta esecutiva ai sensi dell'art. 134, 3° comma, del D.Lgs 18.8.2000, n. 267.

    Vercelli, lì ................................. IL SEGRETARIO GENERALE

    (Dott. Fabio GUARNIERI)