Consiglio Provinciale di Vercelli

Sessione Straordinaria

Seduta del 28 Novembre 2000

 

 

Atto n. 141

OGGETTO: Bilancio di previsione 2000. Assestamento generale Prot. n. 43903.

 

 

 

 

L'anno duemila addì ventotto del mese di novembre, in Vercelli, nella Sala delle Tarsie del Palazzo Provinciale, a seguito dell'avviso di convocazione in data 21 Novembre 2000, n. 43869, diramato ai sensi della vigente normativa, alle ore 14,55, si è riunito il Consiglio Provinciale che è così composto:

 

BALTARO Giulio, Presidente della Provincia

BERTOLA Patrizio

BOSSO Carlo

BUONANNO Gianluca

CANOVA Gilberto

CHIAPPALONI Giovanni

CORGNATI Giovanni

DAGO Angelo

DE DOMINICI Gian Paolo

DEMARCHI Claudia

DONNIANNI Romano

FECCHIO Claudio

FERRARO Domenico

SCHEDA Roberto, Presidente del Consiglio

FOSSALE Ercole

GUGLIELMINO Valentino

JULINI Norberto

LAZZAROTTO Renzo

MAFFEI Ermanno

NASCIMBENE Roberto

RANGHINO Sandra

ROMANO Francesco

SAVIOLO Paolo

TRICERRI Giovanni

ZAMBONI Giancarlo

 

Il Presidente del Consiglio Avv. Roberto SCHEDA chiama in trattazione l’oggetto suindicato.

Dei sopracitati Consiglieri sono, al momento, assenti i Signori:

  1. BERTOLA Patrizio
  2. CANOVA Gilberto
  3. FECCHIO Claudio
  4. MAFFEI Ermanno
  5. ROMANO Francesco
  6. SAVIOLO Paolo
 

 

 

 

 

 

Assiste il Segretario Generale Dott. Fabio Guarnieri

IL PRESIDENTE chiama in trattazione l'argomento in oggetto e riferisce che la proposta, così come di seguito riportata, già è stata recapitata in copia a ciascun Consigliere:

L’art. 175, comma 8 del decreto legislativo 18.8.2000 n. 267 stabilisce che "mediante la variazione di assestamento generale, deliberata dall’organo consiliare dell’Ente entro il 30 novembre di ciascun anno, si attua la verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio"; Il medesimo articolo 175, al comma 3. stabilisce che :"le variazioni di bilancio possono essere deliberate non oltre il 30 novembre di ciascun anno".

Occorre pertanto procedere preliminarmente alla verifica di tutte le voci di entrata e di uscita, al fine di rimediare eventualmente a situazioni di squilibrio.

Il settore Finanze e Bilancio ha compiuto la verifica di tutte le risorse di entrata e degli interventi di spesa, dalla quale si evidenziano maggiori e minori entrate, che si riassumno nella tabella seguente.

Tabella A

Cap.

denominazione

importo

55

Imposta sui premi d’assicurazione r. c. auto

150.000.000

165

Trasferimento statale per oneri ex Legge 23/1996

400.000.000

380

Contributi da Comuni per progetto di lotta alle zanzare

- 181.938.000

     
 

totale

368.062.000

     

Oltre alle variazioni da apportare alle previsioni di entrata, si registrano minori spese rispetto a quanto preventivato per i seguenti capitoli.

Tabella B

Cap.

denominazione

importo

170/4

Pulizie locali uffici decentrati di Borgosesia

4.000.000

1761

Interessi di preammortamento

9.000.000

1950/5

Apparecchiature igieniche

19.600.000

1538

Interessi passivi su mutui

10.750.000

4440

Progetto di lotta alle zanzare

150.000.000

     
 

totale

193.350.000

     

Considerato che l’avanzo di amministrazione derivante dal rendiconto della gestione 1999 di Lire 1.881.753.987 è stato applicato al bilancio corrente per Lire 1.287.371.000, l’avanzo ancora disponibile è pari a Lire 594.373.987.

Ritenuto di iscrivere nel bilancio di previsione per l’esercizio 2001 una quota di Lire 400.000.000 di avanzo di amministrazione dell’esercizio 1999 per spese di natura straordinaria, residuano circa Lire 194.000.000 applicabili al bilancio dell’esercizio corrente.

Il quadro delle risorse disponibili è quindi così composto:

Totale Lire 755.412.000

Tali risorse devono essere, innanzitutto, applicate per incrementare gli stanziamenti per spese ripetitive, necessarie al funzionamento della struttura. Nella tabella seguente si espongono le variazioni proposte.

Tabella C

Cap.

denominazione

importo

diversi

Tassa rifiuti uffici provinciali

20.000.000

550/1

Acquisti per uffici provinciali

7.100.000

555

Fondo acquisti servizio provveditorato

5.000.000

760

Rimborsi di imposte non dovute

10.000.000

1470/3

Spese telefoniche degli uffici provinciali

30.000.000

2890/2

Utenze depositi servizio viabilità e illuminazione stradale

5.000.000

4280

Trasferimento alla Regione per assistenza disabili psico-fisici

256.312.000

9200

Rimborso quote capitall mutui passivi

5.000.000

     
 

totale

338.412.000

     

Restano disponibili risorse per Lire 417.000.000, che si propone di destinare agli interventi, di seguito elencati, di carattere straordinario.

Tabella D

Cap.

denominazione

importo

570/5

Servizi vari per gli uffici

20.000.000

890

Spese per trasferimento uffici presso nuova sede

80.000.000

895

Manutenzione ordinaria edifici non scolastici

60.000.000

1408

Fondo per compenso incentivante

25.000.000

1499

Interventi per adeguamento rete Intranet della Provincia

30.000.000

1503

Adeguamenti software per connessione in rete degli uffici ex Settore territoriale agricoltura e Centri per l’impiego

35.000.000

1820/2

Riscaldamento istituti scolastici

20.000.000

1860

Progetti di organizzazione e didattica nelle scuole

12.000.000

1903

Manutenzione ordinaria edifici scolastici

50.000.000

3645

Ripopolamento ittico delle acque più colpite dall’alluvione

10.000.000

4285

Contributo per progetto banco alimentare

75.000.000

 

totale

417.000.000

Pertanto, l’applicazione dell’avanzo di amministrazione derivante dal rendiconto della gestione 1999, tenuto conto dei precedenti assestamenti di bilancio, si può così riassumere:

Con atto n. 125 del 12 settembre 2000 il Consiglio Provinciale ha approvato il preliminare di vendita di parte di Palazzo Tartara all’Università degli Studi del Piemonte Orientale per Lire 5.340.000.000; inoltre, entro la fine dell’anno, si prevede la definizione della vendita agli attuali locatari di due alloggi di proprietà della Provincia per comlessive Lire 185.000.000. Di seguito si riassume la destinazione, attualmente prevista, di tali risorse:

Oltre alle risorse derivanti dall’alienazione di immobili, risulta una maggiore entrata di Lire 4.250.000 dal fondo ordinario nazionale investimenti. L’utilizzo proposto di tali risorse è riassunto nella tabella seguente.

Tabella E

Cap.

denominazione

importo

5155

Acquisto autovetture per servizi istituzionali

110.000.000

5590

Acquisto mobili e arredi per riallocazione uffici provinciali

115.000.000

6000

Acquisto hardware per Centro Elaborazione Dati

24.250.000

     
 

totale

249.250.000

     

 

La riforma della finanza locale, attuata dal Decreto Legislativo 446/1997, ha stabilito la progressiva sostituzione dei trasferimenti erariali con attribuzione di maggiori risorse tributarie. A seguito delle comunicazioni ricevute dal Ministero dell’Interno sull’importo del gettito dei tributi e della corrispondente diminuzione dei trasferimenti statali, occorre adeguare le previsioni di entrata per l’imposta sui premi d’assicurazione contro la responsabilità civile degli automezzi.

Inoltre, la realizzazione di economie di spesa per ribassi d’asta su lavori pubblici consente di devolvere parte delle risorse acquisite con mutui al finanziamento di spese d'investimento, inizialmente assicurato dagli introiti previsti per la vendita degli alloggi. Tali introiti, infatti, sono da rinviare al prossimo esercizio, dal momento che l’asta indetta per la vendita degli alloggi attualmente sfitti è andata deserta.

La definizione contabile delle variazioni d’entrata descritte sopra è riassunta nella tabella seguente.

Tabella F

Cap.

denominazione

importo

55

Imposta sui premi d'assicurazione r. c. a.

1.329.173.000

120

Fondo ordinario

- 850.000.000

130

Fondo consolidato

- 479.173.000

951

Mutuo per acquisizione automezzi

25.000.000

953

Mutuo per informatizzazione

48.000.000

755

Alienazione alloggi

- 73.000.000

     
 

saldo

0

     

 

Si rende necessario, inoltre, procedere alle variazioni, riassunte nella tabella G, concernenti risorse di entrata cui corrispondono, per l’intero importo, gli interventi di spesa indicati.

Tabella G

Cap.

denominazione

entrate

spese

91

Tributo speciale deposito rifiuti in discarica - quota regionale

55.000.000

 

1530

Trasferimento alla Regione 90% tributo speciale deposito rifiuti in discarica

 

55.000.000

280

Contributi regionali per corsi di formazione presso a. f. Tamburelli

65.200.000

 

2090

A. f. Tamburelli: spese per personale e organizzazione

 

65.200.000

650

Introiti sanzioni per violazioni del codice della strada

35.000.000

 

7260

Spese per sicurezza stradale

 

35.000.000

195

Contributo regionale per coordinamento locale R.U.P.A.R.

42.786.000

 

1502

Promozione RUPAR e servizi ai Comuni

 

42.786.000

500

Sanzioni in materia di inquinamento

20.000.000

 

3327

spese per vigilanza

 

20.000.000

347

Trasferimenti regionali per funzioni delegate in materia di agricoltura

30.000.000

 

4490/4

Programmi di divulgazione agricola e assistenza tecnica

 

30.000.000

371

Trasferimenti regionali per gestione stralcio – contributi di origine comunitaria

43.309.000

 

4500/1

Liquidazione di contributi comunitari

 

43.309.000

372

Trasferimenti regionali per gestione stralcio – contributi statali

28.419.000

 

4500/2

Liquidazione di contributi statali

 

28.419.000

373

Trasferimenti regionali per gestione stralcio – contributi regionali

12.993.000

 

4500/3

Liquidazione di contributi regionali

 

12.993.000

345

Trasferimenti regionali per politiche attive del lavoro

135.000.000

 

4720

Politiche attive del lavoro

 

135.000.000

 

totale

467.707.000

467.707.000

Si sono manifestate, infine, esigenze di effettuare storni tra capitoli di spesa della stessa natura, appartenenti a interventi diversi. Tali storni sono riassunti nella tabella tabella H. In particolare, si procede a distribuire nei capitoli di spesa rispettivamente interessati gli importi corrispondenti alle progressioni di carriera "orizzontali", assegnate sulla base di specifiche graduatorie di merito. Inoltre si provvede a ripartire nei capitoli appositi il budget per spese di trasferta del personale provinciale, la cui suddivisione iniziale, basata sulla spesa storica dei vari servizi provinciali, deve essere adattata sulla base delle spese effettive.

 

Tabella H

Cap.

denominazione

importo

diversi

Progressioni orizzontali servizio organi istituzionali

6.041.000

diversi

Progressioni orizzontali settore segreteria e organizzazione

14.476.000

diversi

Progressioni orizzontali settore finanze e bilancio

12.169.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio entrate

2.538.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio patrimonio

4.827.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio ufficio tecnico

32.724.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio statistico

2.538.000

diversi

Progressioni orizzontali altri servizi generali

7.111.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio istruzione

450.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio formazione professionale

180.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio trasporti

8.718.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio viabilità

16.216.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio programmazione territoriale

3.188.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio smaltimento rifiuti

3.188.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio acque reflue

8.536.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio caccia e pesca

13.821.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio risorse idriche

9.317.000

diversi

Progressioni orizzontali servizio industria e commercio

1.214.000

1408

Fondo per compenso incentivante

- 147.252.000

2730/3

Spese di trasferta servizio trasporti

1.500.000

340/3

Spese di trasferta settore segreteria e organizzazione

- 1.500.000

3050/3

Spese di trasferta servizio programmazione territoriale

1.000.000

530/3

Spese di trasferta settore finanze e bilancio

- 1.000.000

3890/3

Spese di trasferta servizio risorse idriche

1.000.000

690/3

Spese di trasferta servizio entrate

- 1.000.000

2010/3

Spese di trasferta servizio formazione professionale

500.000

2270/3

Spese di trasferta servizio cultura e beni culturali

-500.000

3390/3

Spese di trasferta servizio smaltimento rifiuti

500.000

10/3

Spese di trasferta servizio organi istituzionali

- 500.000

     
 

saldo

0

     

 

Le variazioni di entrata e spesa di sopra descritte, per maggiore chiarezza, nel dettaglio dei capitoli si consolidano per somma algebrica nelle variazioni di risorse e di interventi come risultano dall’allegato B), costituente parte integrante della presente deliberazione;

Conseguentemente alla variazione di bilancio, la Giunta Provinciale apporterà le dovute variazioni al Piano Esecutivo di Gestione approvato dalla stessa in data 24 gennaio 2000 con deliberazione n. 1.487.

Il Fondo di riserva, alla data del 21.11.2000 presenta una disponibilità di lire 94.519.000.

Le variazioni proposte di entrata e spesa non contraddicono gli obiettivi finanziari cui devono attenersi gli enti locali ai fini del patto di stabilità connesso all’introduzione della moneta unica europea, in quanto non si accresce il ricorso all’indebitamento, ma anzi si utilizzano risorse correnti per finanziare alcuni investimenti. Rimangono pertanto pienamente valide le misure di perseguimento del patto di stabilità, illustrate in occasione del secondo assestamento del bilancio di previsione 2000, approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 108 del 27.6.2000.

Ciò premesso, si sottopone ad approvazione la seguente proposta:

IL CONSIGLIO PROVINCIALE

Udita e fatta propria la suestesa relazione anche come dispositivo e ad integrazione della parte motiva;

Dato atto che è stato ottemperato al disposto di cui all’art. 49, c. 1 del D.Lgs 267/2000, come evincesi dal documento allegato sub A) alla presente deliberazione;

Dato atto, altresì, che è stato espresso parere favorevole da parte del Collegio dei Revisori dei Conti ai sensi dell’art. 239 del D.Lgs. 267/2000;

 

DELIBERA

  1. Di apportare, secondo quanto esposto in premessa, le variazioni al bilancio di previsione 2000, così come risultano, in dettaglio, dall’allegato B);
  2. Di apportare le conseguenti variazioni alla relazione previsionale e programmatica e al bilancio pluriennale 2000-2002.
  3. Di dare atto che la ricognizione del patto di stabilità, ai sensi dell’art. 30, comma 3, della legge 488/1999 è stata effettuata con deliberazione consiliare n. 108 del 27.6.2000.

 

 

Indi il Presidente dichiara aperta la discussione.

Sull’argomento si registrano gli interventi degli Assessori Masoero e Riva Vercellotti, dei Consiglieri Tricerri, Ferraro e Julini e del Direttore del Settore Finanze e Bilancio, dott.ssa Maffei, per i quali si rinvia al nastro di registrazione della seduta odierna, n. 10/2000, ai sensi dell’art. 90, comma 4 del vigente Regolamento per l’Organizzazione ed il Funzionamento del Consiglio Provinciale.

 

Non avendo più alcuno chiesto la parola, la suestesa proposta, posa ai voti dal Presidente, viene approvata con 11 voti favorevoli ed 8 contrari (minoranza), resi per alzata di mano, essendo 19 i Consiglieri presenti e votanti.

IL PRESIDENTE ne proclama l’esito.

 

Entra in aula il Consigliere Saviolo, per cui i presenti risultano essere 20.

 

Indi, su proposta del Presidente che evidenzia, stante l’urgenza, la necessità di conferire immediata eseguibilità al presente provvedimento,

IL CONSIGLIO PROVINCIALE

con 12 voti favorevoli ed 8 astenuti (Corgnati, Demarchi, Ranghino, Tricerri, Zamboni, De Dominici, Julini, Ferraro), resi per alzata di mano, essendo 20 i Consiglieri presenti e votanti,

DELIBERA

di dichiarare immediatamente eseguibile il suesteso provvedimento, ai sensi del quarto comma dell’art. 134 del D. Lgs 267/2000.

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

(Dott. Fabio GUARNIERI) (Avv. Roberto SCHEDA)

 

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – f.to R. SCHEDA

IL SEGRETARIO GENERALE – f.to F. GUARNIERI

Per copia conforme ad uso amministrativo

IL SEGRETARIO GENERALE

 

 

 

La presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo provinciale addì ………………………………… e vi resterà affissa per 15 giorni consecutivi, ai sensi dell’art. 124, 1° comma del D.Lgs 18.8.2000, n. 267.

L'incaricato del servizio IL SEGRETARIO GENERALE

(Dott. Fabio GUARNIERI)

.........................................

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricevuta il ..................................... col n. ..................... dal Comitato Regionale di Controllo agli effetti dell'art. 126 del D.Lgs 18.8.2000, n. 267.

Interruzione termini del ...........................................

Riscontro ricevuto dal Co.Re.Co. il .............................. col n................

E' divenuta esecutiva.

Vercelli, lì ................................. IL SEGRETARIO GENERALE

(Dott. Fabio GUARNIERI)