Consiglio  Provinciale  di  Vercelli Sessione Straordinaria Seduta del 25 Luglio 2000

 

 

 

Atto n.  118

 

OGGETTO:             Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro. Rettifica al regolamento. Prot. n. 31755

 

 

L'anno duemila addì venticinque del mese di luglio, in Vercelli, nella Sala delle Tarsie del Palazzo Provinciale, a seguito dell'avviso di convocazione in data 18 luglio 2000, n. 31662, diramato ai sensi della vigente normativa, alle ore 15.05, si è riunito il Consiglio Provinciale che è così composto:

 

 

BALTARO Giulio, Presidente della Provincia

 

BERTOLA Patrizio

BOSSO Carlo

BUONANNO Gianluca

CANOVA Gilberto

CHIAPPALONI Giovanni

CORGNATI Giovanni

DAGO Angelo

DE DOMINICI Gian Paolo

DEMARCHI Claudia

DONNIANNI Romano

FECCHIO Claudio

FERRARO Domenico

SCHEDA Roberto, Presidente del Consiglio

 

FOSSALE Ercole

GUGLIELMINO Valentino

JULINI Norberto

LAZZAROTTO Renzo

MAFFEI Ermanno

NASCIMBENE Roberto

RANGHINO Sandra

ROMANO Francesco

SAVIOLO Paolo

TRICERRI Giovanni

ZAMBONI Giancarlo

 

            Il Presidente del Consiglio Avv. Roberto SCHEDA chiama in trattazione l’oggetto suindicato.

 

            Dei sopracitati Consiglieri sono, al momento, assenti i Signori:

1)       BERTOLA Patrizio

2)       CANOVA Gilberto

3)       DE DOMINICI Gian Paolo

4)       FOSSALE Ercole

5)       JULINI Norberto

6)       ROMANO Francesco

7)       SAVIOLO Paolo

 

 

Assiste il Segretario Generale Dott. Fabio Guarnieri

 

IL PRESIDENTE chiama in trattazione l'argomento in oggetto e riferisce che la Giunta Provinciale, ai sensi dell’art. 14, comma 2 dello Statuto Provinciale, propone al Consiglio il seguente schema di deliberazione, già fatto proprio con atto n. 31739 in data 19/07/2000, inviato in copia a ciascun Consigliere:

 

 

IL CONSIGLIO PROVINCIALE

 

 

Preso atto della deliberazione del Consiglio Provinciale n. 102 del 16/05/2000 con la quale si è approvato il Regolamento della Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro;

 

Tenuto conto che nell’ambito di tale Regolamento si veniva a determinare il numero dei rappresentanti delle parti sociali presenti in seno alla Commissione stessa in numero di quattro;

 

Considerato che a seguito di verifiche sollecitate dalle stesse parti sociali, si ritiene opportuno ampliare il numero dei componenti la Commissione al fine di garantire maggiori equilibri tra le parti sociali stesse e di operare nello spirito di concertazione regolatore del nuovo sistema delle politiche del lavoro;

 

Verificato, pertanto, che risulta opportuno proporre al Consiglio Provinciale una rettifica del Regolamento relativo alla Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro, relativamente al numero dei componenti la Commissione stessa e precisamente elevare tali rappresentanze da quattro a sei  per ciascuna delle parti sociali:

 

1.                              Organizzazioni rappresentative dei datori di lavoro

2.                              Organizzazioni sindacali dei lavoratori

3.                              Associazioni delle categorie interessate per il collocamento dei lavoratori disabili

 

Acquisito in merito il parere favorevole espresso dalla III Commissione Consiliare nella seduta del 18 luglio 2000;

 

Dato atto che è stato ottemperato al disposto di cui all'art. 53, c. 1 della L. n. 142/90, come evincesi dal documento allegato sub A)  alla presente deliberazione;

 

 

DELIBERA

 

Di rettificare, per le ragioni di cui alle premesse, i commi 1 e 2 dell'art. 3 del Regolamento della Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro, come segue:

 

 

 

VECCHIO TESTO

 

ART. 3

(Composizione)

 

La Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro, nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti dall’art. 6 del D.lgs 23 dicembre 1997 n. 469, è nominata dalla Giunta Provinciale ed è composta:

·         dal Presidente della Provincia o da un suo delegato, anche consigliere, che svolge le funzioni di Presidente.

·         da quattro componenti designati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul territorio provinciale.

·         da quattro componenti designati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul territorio provinciale.

·         dal Consigliere provinciale di parità nominato ai sensi dell’art. 8 della legge 10 aprile 1991 n. 125 “Azioni positive per la realizzazione delle pari opportunità tra uomini e donne in materia di lavoro”

La Commissione Provinciale, quando tratta argomenti riguardanti il collocamento obbligatorio, è integrata da quattro componenti designati dalle organizzazioni delle categorie interessate ai sensi dell’ art. 6 comma 3 del D.lgs 469/97 e dell’art. 1 delle legge 12 marzo 1999 n. 68 comparativamente più rappresentative in ambito provinciale  e da un ispettore medico del lavoro.

 

NUOVO TESTO

 

ART. 3

(Composizione)

 

La Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro, nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti dall’art. 6 del D.lgs 23 dicembre 1997 n. 469, è nominata dalla Giunta Provinciale ed è composta:

·         dal Presidente della Provincia o da un suo delegato, anche consigliere, che svolge le funzioni di Presidente.

·         da sei componenti designati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul territorio provinciale.

·         da sei componenti designati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul territorio provinciale.

·         dal Consigliere provinciale di parità nominato ai sensi dell’art. 8 della legge 10 aprile 1991 n. 125 “Azioni positive per la realizzazione delle pari opportunità tra uomini e donne in materia di lavoro”

La Commissione Provinciale, quando tratta argomenti riguardanti il collocamento obbligatorio, è integrata da sei componenti designati dalle organizzazioni delle categorie interessate ai sensi dell’ art. 6 comma 3 del D.lgs 469/97 e dell’art. 1 delle legge 12 marzo 1999 n. 68 comparativamente più rappresentative in ambito provinciale  e da un ispettore medico del lavoro.

 

 

Indi il Presidente dichiara aperta la discussione.

 

Interviene l’Assessore Riva Vercellotti.

 

Esce dall’aula il Presidente, per cui i presenti risultano essere 17.

 

Assume la presidenza della seduta il Vice Presidente, Gianluca Buonanno.

 

Indi interviene il Consigliere Ferraro.

 

Per tutti gli interventi di cui al presente atto si rinvia al nastro di registrazione della seduta odierna, n. 7/2000, ai sensi dell’art. 90, comma 4 del vigente Regolamento per l’Organizzazione ed il Funzionamento del Consiglio Provinciale.

 

Non avendo più alcuno chiesto la parola, la suestesa proposta, posta ai voti dal Vice Presidente, viene approvata a voti unanimi, resi per alzata di mano.

 

IL VICE PRESIDENTE ne proclama l’esito.

 

                                                                                                                                                                                                                                                         IL SEGRETARIO GENERALE                                                                                                                                                                                                                                                         IL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

                                                                                                                                                                                                                                                         (Dott. Fabio GUARNIERI)                                                                                                                                                                                                                                                         (Rag. Gianluca BUONANNO)